Esplorazioni alle nuove tagliafuoco

zona Nuraghe S.Elena
(Cagliari)


Marzo 2006



Report foto-commentato da Marco Cornaro:


Ritrovo al bar di Geremeas ,
in attesa Daniele Sanna , Bruno Silvestri e Alessandro Caredda , l'ultimo arrivato è lo Zio ...




... e partenza verso la strada dei Laghetti , per andare ad esplorare il sentiero visto la settimana scorsa.






mentre percorrevamo la sterrata una prima sosta...,
ci hanno aperto una nuova tagliafuoco che riporta verso il sentiero della "mula perfetta" ve la ricordate?


dopo che il Nonno è sceso ad esplorarla sin quasi alla fine , ci comunica che l'ultimo pezzo è molto ripido e merita una seconda e più approfondita visita ....
ci siamo quindi diretti al piccolo guado che avevamo lasciato la settimana scorsa,


e qui mentre Danix si prendeva la meritata pausa .....,
il solito fotografo "bastardo :-))" ne immortalava le gesta :-)




Subito iniziamo a decidere dove è meglio affrontare il passaggio del guado ,
che soprattutto all'uscita ha un paio di ripide buche




dopo aver dato un a sommaria sistemata ai punti peggiori , Danix apre le danze ...




ora è la volta di Marco



qui lo Zio per non mettere il piede sx. a mollo , si aggrappa al cespuglio con la mano dx.



dopo aver ridato una sistematina alla rampetta d'uscita ,
con le lusinghe abbiamo convinto i Nipotini :-) Bruno e Alessandro a passare , prova che hanno superato brillantemente.


Bruno in entrata e uscita dal torrente





Alessandro all'attacco





subito dopo siamo saliti su per un vecchio sentiero con tornanti in salita ,
dove la vegetazione aveva inghiottito il sentiero ,
per arrivare a questa bella radura



Qui Danix continuando l'esplorazione è arrivato sino alla fine del sentiero che si ricongiunge alla vecchia mula "salita pietrosa" , dove per poter uscire sarà necessario fare prima dei lavori di sistemazione del terreno




quindi dietro-front e in fretta a trovare il nuovo amico Conche e Boy :-)




e poi partenza per andare a vedere la vetta della montagna su cui forse costruiranno una vedetta



e in cima alla vetta su un pietrone in bilico , Danix si è esibito in ....Guardacomedondolo-Guardacomedondolo :-)



dopo la scalata lo Zio pensa ....ma a cosa penserà ?....Bohhh :-)



foto ricordo per aver conquistato la vetta ... :-)



il panorama come si vede dalla vetta :

a N/E , dietro la montagna, il Nuraghe di M.Arbu ---------- a S/O , si intravede l'uscita del cancello alla sterrata di Torre




a N/O la strada Geremeas - M.Paulis




dopo aver proseguito per Nuraghe S.Elena ci siamo fermati a dispensa Sanguinetti per poi rientrare scendendo verso Geremeas , in discesa Danix si è messo a scorriare e io dietro mi son fatto tirare dimenticandomi tutti i buoni propositi di andare piano , appena sceso dalla moto davanti al bar, dico a Daniele ....ma dimmi tu..., ora che quasi non sento dolori al ginocchio mi son dimenticato tutte le promesse di andare piano ....mahhh!! ...... non è roba da persone intelligenti ....
e Danix di rimando , con sorrisetto da paraculista :-).....eh ..dai ..non te la prendere ............., siamo Ragaaazzi !!!!


Seee... ero ...Ragaaazzo!!

però forse ... chissà .... con una buona tintura per capelli..... :-)) (scherzo...)
Ciao a tutti , Zio Marco :-)



Report


Report di Bruno:
Uscita Polverosa del 4 marzo 2006 (Monte Paulis Classic-Variante) Appuntamento al GereBar alle 15.00 con Daniele, Marco ed Alessandro. Partiti subito per la tangente, ovvero: invece di salire a sinistra come di consueto verso dispensa Sanguinetti, ci siamo infilati subito a dx. dopo la Dispensina? Direzione fiume.
Piccolo guado, piccola pietraia in letto in secca e su per un sentiero gradevole.
Dire che mi hanno confuso le idee (già poco chiare) che avevo sui percorsi del regno dei Saggi è dir nulla!!!
Insomma alla fine siamo sbucati su sterrate conosciute ma… Boh?
Lascio la spiegazione del percorso ai due grandi Vecchi!
Tempo uggioso anche se per fortuna non ci ha bagnato. Grigio, freddino e veramente una schifezza.
Un percorso a mio avviso + o – improvvisato ci ha portato a guadare un torrentello da nulla che però ci ha dato del filo da torcere.
Non si proseguiva lungo fiume… Abbiamo deviato in su.
Arrivati in cima… dietrofront.
Il Nonno ha decretato che era troppo impegnativo per noi Abusivi.
Tornati sui nostri passi o meglio sulle tracce dei nostri tasselli siamo sbucati sulla sterrata che porta al Nuraghe S.Elena Strada che non avevo mai fatto al contrario.
Poi un mucchio di nuove vie aperte dalle ruspe.
Siamo saliti fino ad una specie di altana naturale e poi riscesi abbiamo preso la solita via per dispensa Sanguinetti.
Piccola sosta e come d'abitudine: Zigarro, sigaretta, bevutina, chiacchierata ecc.
Poi lemme-lemme siamo ridiscesi fino al GereBar dove l'uscita pomeridiana si è conclusa "Buffendi Poretti".
Saluti a tutti e rientro a domu.
Grazie!
Ciao, BrunoXT.
(novosellato et novoquadrato)