"Changez la Femme!"


Danilo DRZ, Danilo RR, Stefano, Sergio, Peppe, Maurizio, Franco , Antonio, Antonello, Toto, Bruno e Marco.


Scrive Bruno:


Report (By BXT)

Uscita del 22 gennaio 2011
"Changez la Femme!"

Le moto sono come le donne, meravigliose creature, anche loro vanno sapute gestire!
Non si pu passare dalla moglie all'amante senza scottarsi, hanno caratteri e soprattutto tempi diversi! A maggior ragione sono accentuate le differenze tra amante giovane o matura.
E’ quel che accade quando lasci il Beta per il Dierrino!!! La passione si spegne in un fremito… al buio e al freddo.

Seconda sessione di allenamento soft, almeno per me che non uscivo da ottobre. La prima sabato scorso a M.P. la seconda ieri, sempre a M.P.
Una ridda di sms per convocare i soliti alienati all’usuale festino del sabato sera in quel di Monte Paulis. Inizialmente qualcosa mi diceva “Li bruci” perch il freddo mi spaventava poi la ragione ha preso il sopravvento sui gelidi timori e puntuale come un cronometro svizzero eccomi al Gerebar.

Tanta gente, quanta gente c'? Tango, Mambo, Liscio e Variet!

Il totalizzatore accende il n 12, si tanti eravamo: lo Zio, DaniloDRZ, DaniloRR, Stefanomelis, Serjack, Peppema, Citz, Fracitz, Antonio, Antonangius, Toto e BXT. Pi di un Plotone.

Il freddo preso lungo strada a 40 Km./h. scortato da Toto stato presto mitigato da un bel sole dorato che batteva diretto sul Gerebar, caff, convenevoli e via su per M.P.
Lo Zio in testa e noi tutti bravi nipotini a seguirlo qua e la lungo un percorso ormai memorizzato e reso pi suggestivo da qualche spruzzata di neve. I Canaloni, il Nuraghe Arbu, con sosta foto e sostituzione leva frizione di Peppema. Un po’ d’intreccio nel canalone bello infangato per salire al Nuraghe con aiuto di spinte.
Sfinge, Nuraghe S. Elena, divagazioni varie su e gi, incontro con i boscaioli amici dello Zio e poi rientro via Cancello Tipassolamoto.

Al Gerebar un tripudio di patatine e birra oltre ad un ristoratore Ponch offerto da Antonangius.

Passa una buona mezz'ora e niente Zio, DaniloRR, DaniloDRZ… Contattati telefonicamente si giustificheranno dicendo che la "Donna" fa i capricci e non vuole muoversi.

"Changez la Femme" Citz arrivato al Gerebar con il Beta di DaniloRR e DaniloRR rimasto vittima dello scambio di partner, non gliela data!!!
La signora capricciosa stata "Forzata" a togliersi l'intimo e riprendere il turpe gioco, la poverina ha ceduto ed tornata a casa senza una mollettina!

J
BXT




Scrive Antonio:

Appuntamento con Stefano a casa sua e via .... lungo strada BXT e Toto impegnati a dare da bere alla Yamaha si uniscono a Noi!
Al Gerebar mega gruppo tra pomeridiani e mattutini siamo 12! Partiamo giriamo svagati sino al canalone del "grande capo saggio" che a torto o a ragione ci richiama all'ordine.
Arriviamo alla spianata di granito (?), sosta e porc....... mi accorgo che la staffa del serbatoio del gas dell'ammortizzatore spezzata. Elastici e via, Peppe si cambia la leva della frizione e ripartiamo, dividiamo di fatto in due gruppi (non voluto) poi scopriamo che stato a causa del parafango di Antonello che si rotto. Facciamo una strada che non avevo mai fatto e senza nome dove vedo tre cervi non cornuti, ma pare che a vederli siamo stati in pochini.
Arriviamo al cancello di Antonio (e pare anche di qualche altro), passiamo le moto..... 12 non si finiva pi! Ma perch lo ZIO non si fa una copia delle chiavi?
A gerebar arriviamo alla spicciolata:
Franco, Peppe (con la stearica) ed io dietro a fare luce, poco dopo l'altro gruppo e poi dopo un bel po' di birre arrivano anche lo Zio, Danilo e DaniloRR che ha scambiato la sua moto con la mitica DR di Citz.
Birra (molta), patate, punch, cappuccino...... e via si riparte!
Eravamo in tre in formazione Io Stefano e Toto, forse un po' troppo infogato (il sottoscritto), sorpassiamo Antonello e..... alla curva che porta alla base della salita di Cala io sento un rumore di gomme in strisciata! Capisco subito e torno indietro: Stefano ha provato e messo in pratica la teoria della quinta curva (credo si dica cos)!
Fortunatamente senza conseguenze anche se a detta di Toto, che ha visto in diretta, proprio per un pelo!
Alla fine arriviamo a Cagliari dove Toto si distingue per un bel mono ed io per un mega spegnimento causa entrata in riserva e...... non voleva saperne pi!
Ragazzi grazie a tutti per la piacevole serata.... alla prossima!
Antonio Dr

P.s. Toto
mi ha proprio scortato sino a casa mitico!




Scrive DaniloRR:

saltavo gerebar pomeriggio dal motopanettone, un mese, dopo aver girato in zone appena pi settentrionali e aver goduto del nuovo assetto della moto. Avevo, per, bisogno della conferma nel solito giro, volevo vedere se nei soliti punti pativo o passavo sciolto. E' stato una figata, parto per primo da gerebar per scegliermi l'andatura e vado spedito con una bella sensazione di scioltezza fin quasi al bivio dei canaloni anche se mi accorgo che negli ultimi km non ne avevo pi tanto. ricompattato il gruppo si gira girella e si fa qualche bella pausa a chiacchierare. dopo nuraghe s. elena si va verso i cancelli facendo la discesa spaccaco... che mi sta proprio antipatica, troppe pietre rotolanti, grip al limite, caduta in agguato per tutti. Arrivati al cancello notiamo che gli ultimi ritardano un p e poi sappiamo che hanno incerottato il parafango di Antonangius. Scopro che questa discesa non piace a molti. dopo altri giretti lo zio quasi sottovoce propone ancora un single track around next collina del disonore come ciliegina sulla torta. Poi via verso gerebar. Scendendo Citz strombazza, mi fermo e mi chiede di provare la moto, ok certo, il bottone per accendere quello.... Citz sparisce...come sempre..., mentre io faccio per cercare il pulsante dell'anabbagliante e clicco sul pulsante di massa (messo in mezzo ai c....i, esattamente dove nella mia c' l'avviamento. Peccato che quel c...o di pulsante sia difettoso e si incastra di brutto. Danibba e zio Marco mi aspettano e soccorrono, tiriamo fuori le pile, le pinze e il cacciavite, diamo colpetti al pulsante, poi lo smontiamo, poi lo soffiamo poi imprechiamo, poi facciamo ponte per accendere e ripartiamo con la moto al buio e il blocchetto penzoloni. La sella del DR mi da gusto, morbida e comoda, ma il giro sofferto per il buio. Arriviamo a gerebar che la festa quasi finita, poca birra e niente patatine, spiego a Citz i dettagli e gli passo i pezzi del blocchetto.
Ancora una volta mi mollano quasi tutti e allora facciamo una squadra di Danili volanti che terrorizzano una 600 tanto che quasi si butta fuori strada dallo spavento (esagerataaa).
Grazie a tutti per la bella compagnia di quella sporca dozzina polverosa in una bellissima serata di gennaio, brrr.
n.b: va bene changez la femme, ma non con le mestruazioniiiiiiiiii!!




scrive Stefano:

INTANTO CHIEDO SCUSA PER NON ESSERMI ACCORTO DEL PROBLEMA DI ANTONIO AL RIENTRO E QUINDI SCUSA SCUSA SCUSA.
Per quanto riguarda l'uscita appuntamento a casa mia ore 14,10 circa partenza con Antonio bella giornata soleggiata lungo la strada incontriamo Toto e Bruno si prosegue tranquilli. A gere arriviamo per primi, nel giro di qualche minuto SERGIO E PEPPE dal rientro dal giro mattutino poi arrivano ANTONELLO,MAURIZIO CITZ ,FRANCOCITZ,DANILO RR,LO ZIO DANILOIBBA QUINDI SALUTI CAFETTINO E SI PARTE .Danilo rr parte per primo lo segue Antonio ZIO Marco mi fa cenno di seguirli e quindi vado Dani ha l'intenzione di dare un buon passo e mi accodo rendendomi conto di riuscire a stargli dietro tranquillamente si va su sosta poi credo canaloni e nuraghe un po di fango qualche spinta ma siamo tutti su abbastanza in fretta si prosegue giretti scorrevoli poi pietraia in discesa antipatica a tutti sara' che ormai quarta volta che la faccio e sono un po' piu' sicuro non nascondo che sia bastarda.Arrivati giu' mancano all'appello ANTONELLO TOTO DANI IBBA credo comunque ricompattato il gruppo Antonello ci fa notare che ha avuto qualche problemino e scivolando a spaccato il parafango del KAPPA . Si riparte col sole calante incomincio ad accusare freddo poi lo ZIO ci sorprende con una serie di single trek simpatici infine pietraia a salire e riscendere quasi al buio poi cancello da PAASAM LA MOTO ben 12 e in fine si prosegue per gere io con un passo molto blando complice il buio ma soprattutto il fresco ach.A gere notiamo dopo qualche minuto che DANI RR DANi IBBA E MARCO non arrivano Danirr ha avuto qualche problema col DR di Maurizio.Poi arrivano ma la festa e quasi finita. Vista l'ora tarda propongo ad ANTONIO il rientro anche con Toto partiamo un po' allegrotti e il sottoscritto un po' incirdinito dalla temperatura arrivo alla curva di calaregina e non mi accorgo della mia velocita e vado dritto per fortuna mi son fermato li li. Antonio ha sentito lo strisciare delle gomme e mi a raggiunto come Toto che mi stava dietro comunque tutto bene fino a cagliari. Il freddo era tanto e dopo il poetto ho camminato un po non avevo pi riserve termiche .BELLA USCITA BELLISSIMO GRUPPO BELLO VEDERE TANTE MOTO IN FILA INDIANA PER I MONTI GRAZIE.




Scrive Antonello:

Il giro divertente come al solito e mai uguale, stavolta prima della discesina hard nel passare un canale un po' pi scivoloso ho perso il posteriore e l'anteriore si incastrato rompendo il parafango, gli ho messo un giro di nastro e via (parafango gi cambiato), ho perso pi tempo invece per rimettere a posto i contatti della ventola che restava sempre accesa. Colpa mia ma la moto scodava continuamente perch ho montato una corona pi grande accorciando il passo al massimo oltre il limite normale. O riesco ad allungare la catena (ammesso di trovare una maglia uguale a ribattere) o riduco il pignone boh...
Al cancello ho fatto da pilone nel fosso al buio per far passare 12 moto, ecchepp...! :-)
Al rientro su asfalto sono stato superato da 3 polverosi ingarellati, ho pensato io sono un ragazzo (seh) e quelli dei ragazzini ...qualche apprensione subito dopo quando ne ho visto uno fuori per un dritto in curva, mi sono fermato tutto a posto per fortuna.